Back to home

Silvio Berlusconi è stato, ed è attualmente, uno dei personaggi pubblici italiani più celebri. È difficile chiudere all’interno di una definizione un personaggio eclettico e poliedrico come l’ex primo ministro italiano. Si tratta infatti di un uomo d’affari che deve gran parte del successo, alla sua carriera da imprenditore iniziata negli anni ’80 in ambito edilizio e nel settore delle telecomunicazioni, e protrattosi fino ai tempi moderni con successi costanti in ogni ambito.

Durante la sua vita, Silvio Berlusconi è stato un politico di successo, un imprenditore milionario e possiamo tranquillamente dire anche un personaggio pubblico di rilievo in svariati ambiti. Da tutti conosciuto come “il cavaliere”, ha riscosso nel corso del tempo elogi e grandi critiche (da oppositori e sostenitori) per le sue decisioni politiche e finanziarie, nonché per i moltissimi processi ai quali è stato sottoposto nel corso degli ultimi quarant’anni.

« 1 of 2 »

È possibile apprezzare o meno la vita e le opere di quest’uomo, ma è indiscutibile ammettere che abbia avuto un’influenza sostanziale a livello economico e politico nella storia dell’Italia moderna. Anche oggi, nel 2016, alla veneranda età di ottant’anni, continua a far parlare di sé in lungo e in largo, è c’è chi scommetterebbe sulla sua ennesima candidatura come primo ministro della nuova Repubblica italiana. Con Berlusconi non si può mai dare nulla per scontato, di conseguenza sarà molto interessante seguire i suoi prossimi passi in ambito politico.

In ambito sportivo, uno degli aspetti che ha reso più celebre Silvio Berlusconi è sicuramente la sua presidenza della squadra di calcio A.C. Milan, e i moltissimi trofei che questo team è riuscito a vincere nel corso dei vent’anni sotto la presidenza del cavaliere. Il 2016 sembra essere l’anno in cui anche questo capitolo della sua vita giungerà ad una svolta decisiva, dato che si parla con insistenza dell’acquisto della squadra da parte di una cordata di investitori cinesi, disposti a spendere una cifra astronomica per prelevare le quote e i debiti del club.